Home Progettazione Stufe Tradizionali Stufe in Ceramica Contatti

Funzionamento di Stufa

La stufa Tirolese tradizionale piena

La Stufa Tirolese tradizionale piena è una stufa che accumula calore e lo cede poi come calore radiante. I suoi elementi costitutivi sono: lo zoccolo, la camera di combustione in materiale refrattario (di qualità superiore), il condotto del fumo e il rivestimento in mattonelle di ceramica. Nella Stufa Tirolese tradizionale piena è importante che i fumi caldi siano condotti nel modo migliore nei "giri di fumo" verso l'esterno della stufa, per consentire la massima dispersione di calore.
Non è una cosa facile perché con l'abbassarsi della temperatura dell'aria di scarico diminuisce anche l'estensione. 1 "giri di fumo"
devono essere ridotti esattamente in modo proporzionale. Le mattonelle si riscaldano fino a 80°; non c'è pericolo di scottarsi per la natura particolare della ceramica e questo è importante anche per i bambini che stanno volentieri vicino ad una stufa in ceramica. La Stufa Tirolese tradizionale piena - poiché è costruita senza griglia - accumula più calore anche alla base, che può essere ulteriormente sfruttata. Per questo è costruita su piedi con la base libera o con lo zoccolo che consente l'aerazione. La cenere prodotta si toglie solo poche volte durante il periodo di riscaldamento. È importante però che il fuoco arda sempre su un letto di cenere e non sul piano di mattoni refrattari. La Stufa Tirolese tradizionale piena si alimenta solo una volta al giorno. Chi segue scrupolosamente le poche regole contenute nelle istruzioni per l'uso è in grado di utilizzare la Stufa Tirolese senza problemi, senza sprechi e avrà grandi soddisfazioni.

La stufa ad aria calda

Il nucleo della Stufa ad aria calda è costituito da un corpo riscaldante in ghisa. Questo, unito alla superficie dei "giri di fumo" in ceramica, riscalda l'aria che affluisce dallo ambiente e si riversa attraverso le griglia o le bocchette di ventilazione nelle diverse stanze. Il flusso d'aria può essere regolato con delle valvole a seconda della necessità. La Stufa ad aria calda, anche grazie alla superfìcie riscaldante ausiliaria, cioè i "giri di fumo" in ceramica, possiede tutti i pregi di una stufa tradizionale in ceramica: la capacità di accumulo di calore e la sua lenta cessione.
Anche la Stufa ad aria calda cede, oltre al calore convenzionale, calore radiante - le mattonelle si riscaldano da 60° a 80°- in misura maggiore rispetto ad altri sistemi di riscaldamento. Una stufa ad aria calda deve essere alimentata due o tre volte al giorno ed ha un'alta potenzialità di riscaldamento (fino a 350 metri cubi). Con una Stufa si riesce a riscaldare interamente la casa per il fine settimana. Nelle stagioni intermedie si può sostituire completamente il riscaldamento centrale o completarlo opportunamente nei momenti di massima necessità, riuscendo ad ottenere un risparmio dei costi fino al 30%.

Costi di gestione

Ecologia

La legna è un combustibile ad elevato rendimento, non inquinante e rinnovabile. La corretta gestione di questa fonte energetica determina un circolo virtuoso, benefico per l'ambiente. Quello della kachelofen, tra l'altro, è un sistema di riscaldamento consigliato nella bio-edilizia.

Comodità.
Una o due cariche di legna ben fatta.
Al resto ci pensa la stufa, che vi donerà il suo calore per tutta la giornata senza alcun ulteriore intervento da parte vostra.

Convenienza economica.
L'elevato rendimento termico di una kachelofen vi farà recuperare in poco tempo l'investimento necessario per costruire la stufa.
La kachelofen fa proprio di tutto per contribuire al vostro benessere!